Seguici...

Prossimo Evento

I vincitori del Monreale Premio Ambiente 2021

Monreale (Palermo) - 15 / 18 settembre 2021

Si è tenuto a Monreale (PA), dal 15 al 18 settembre 2021, il Monreale Premio Ambiente, organizzato dal Festival del Cinema Italiano, per la prima volta nel cuore della Sicilia arabo-normanna. Proiezioni, convegni, incontri con personaggi del cinema italiano, masterclass e una serata finale, con tanti ospiti e sorprese hanno caratterizzato la quattro-giorni monrealese. L’evento è parte del Festival del Cinema Italiano, organizzato da A&D Comunicazione, diretto dal regista Paolo Genovese, con Fabrizio del Noce in veste di Presidente onorario.

Al centro del festival l’argomento ambientale - tema quanto mai attuale e centrale anche in virtù della Cop 26, il vertice globale sul clima che si terrà a Glasgow dal 1 al 12 novembre 2021. Il Festival del Cinema Italiano porterà, accanto alla cattedrale medioevale di Santa Maria Nuova (dal 2015 Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO) una selezione dei migliori documentari ambientali delle due edizioni precedenti.
 
La serata conclusiva del festival presso il Pool Garden dell'Al Balhara Resort & Spa, è stata presentata dall'attrice e conduttrice Anna Falchi, alla presenza di attori, produttori, cantanti e registi. Lidia Schillaci, Neja, Danilo Amerio, Roccuzzo, Dario Cassini, Pino Ammendola, Angela Nobile e Sofia Fici, Miss Sicilia 2020 si sono alternati sul palco in una serata organizzata come un vero e proprio show di intrattenimento puro, regia di Daniele Carminati (Linea Blu) e scritto da Gian Maria Tavanti.
 
La Giuria composta da Marcello Foti – già direttore della Cineteca Nazionale di Roma e direttore generale della Fondazione Centro sperimentale di cinematografia - dai giornalisti Marta Perego e Marino Midena, Eleonora Contessi, direttrice della fotografia, Alberto Arcidiacono Sindaco di Monreale, dalla regista e produttrice Rosalida Ferrante, dal regista Giuseppe Sciacca, dalla giornalista Titti Giuliani Foti e da Stefano Lo Coco componente dell’Amministrazione locale, ha assegnato Il Monreale Premio Ambiente 2021 al documentario Tra il mare e la terra, regia di Marco Spinelli. Il documentario è un viaggio attraverso la Sicilia delle tradizioni, alla ricerca della passione che anima la vita di chi ancora oggi ha scelto di continuare a lavorare come un tempo. Dalle montagne al mare, attraverso gli occhi di agricoltori, pastori e pescatori che hanno un rapporto ancora arcaico e carnale con la propria terra. Emozioni che fluttuano tra le onde o vengono mosse dal vento nei campi. La magia si esprime nel raccontare il nostro rapporto con la natura grazie allo sguardo e alla voce dei più semplici, la motivazione espressa dai giurati.
 
Per la forza di una inchiesta senza compromessi che va al cuore del problema del commercio illegale del legno e della deforestazione la Menzione speciale va a Deforestation Made in Italy di Francesco De Augustinis: due anni di indagini, viaggi, ricerche, racchiusi in un documentario ambientato tra Italia, Europa e Brasile. Uno scorcio inedito sul rapporto diretto che esiste tra le principali eccellenze del Made in Italy e la deforestazione tropicale.
Il Premio del Pubblico è invece assegnato a Covid-19 Il virus della paura di Christian Marazziti. Il film vede protagonisti un complottista seminatore di fake news, un'italo-cinese tacciata di essere il "virus", un'ipocondriaca in panico, un irresponsabile malato di Covid.
Nel corso dell’evento sono stati, inoltre, conferiti riconoscimenti a tre aziende e ad un giovane imprenditore che si sono distinti nel campo dello sviluppo sostenibile, del rispetto ambientale e della responsabilità sociale.
 
I Premi sono andati a ERG SPA per essere riuscita a trasformare, nel corso degli ultimi anni, il proprio modello produttivo e di sviluppo aziendale, sostituendo sempre più le attività basate sul petrolio con quelle legate a fonti rinnovabili, contribuendo così a un minore impatto ambientale, e a uno sviluppo sostenibile.
 
A ECOLANDIA, per essere divenuta un’azienda di grande efficienza nel trattamento dei rifiuti, grazie a una particolare attenzione alle esigenze ambientali, riuscendo a ottenere punte di assoluto rilievo nella raccolta differenziata, in tutte le realtà locali in cui opera.
 
A MEC, per aver recuperato un antico palazzo palermitano, e aver inserito, all’interno di una moderna struttura museale, un ristorante di alta qualità, e dimostrando così che la cura all’ambiente si traduce nell’attenzione all’uso di ingredienti a chilometro zero, ma anche alla conservazione e riutilizzazione del patrimonio artistico.
 
A GIUSEPPE MONTALBANO, per essere intervenuto nel territorio di Monreale recuperando una vecchia struttura in abbandono, che faceva parte del parco reale, e averla trasformata in un moderno, accogliente ed elegante complesso turistico, che configura la compatibilità ambientale fra i suoi punti di forza.
 
La kermesse che si è svolta tra il centro di Monreale e la splendida cornice del Resort Al Balhara, si avvale del sostegno della Regione Sicilia e del Comune di Monreale e del patrocinio di: Ministero della Cultura (MiC), Ministero dell’Ambiente, Regione Sicilia, Comune di Monreale, CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia.

Si ringraziano inoltre Al Balhara – Hotel Resort Spa e Smile Vision, società nata nel 2015 attiva nel settore della comunicazione visiva e della produzione cinematografica, che affianca ancora una volta il Festival del Cinema Italiano prendendo parte al Monreale Premio Ambiente in qualità di Media Partner. L'azienda mira a valorizzare il profilo sostenibile assunto dalla rassegna cinematografica attraverso la produzione di video, dirette streaming, interviste, materiale fotografico e contenuti destinati ad Speciale dedicato, che andrà in onda su Rai 2 nei prossimi giorni.

 
Media Partner: Rai 2, Radio 2 e Rai Radio Live, Smile Vision, Ciak Magazine e la Accademia Ciak si gira, Coming soon, TeleSpazio Canale 611.
 
Per informazioni: email@festivaldelcinemaitaliano.com
 
Info Monreale Premio Ambiente 2021 su https://festivaldelcinemaitaliano.com/
 

Stiamo Arrivando...
8 - 12 Giugno 2021

countdown
00 Years 00 Months 00 Weeks 00 Days 00 Hours 00 Minutes 00 Seconds

Non perdere l'opportunità
SOGGIORNO DA STELLA - Festival del cinema Italiano 2021

Vivi i 5 GIORNI festival come un VIP nella splendida San Vito lo Capo, il tutto ad un prezzo ECCEZIONALE 

L'Edizione 2021 in 30 Secondi

CUSTOM JAVASCRIPT / HTML
CUSTOM JAVASCRIPT / HTML
CUSTOM JAVASCRIPT / HTML

Il Festival

Festival del Cinema Italiano è una rassegna cinematografica che celebra e valorizza le produzioni nazionali, in particolare le opere prime e seconde dei film usciti nelle sale nell'ultimo anno. 

Un appuntamento esclusivo che porta il cinema Made in Italy anche nei luoghi in cui il cinema non c’è.

Durante le giornate del Festival, i documentari diventano il link per trattare tematiche ambientali
Per conoscere più da vicino i grandi temi relativi alla battaglia contro i cambiamenti climatici e le misure attraverso le quali affrontare il futuro in chiave sostenibile. Appuntamenti caratterizzati da una forte connotazione territoriale, valorizzando il sito di pregio naturalistico e ambientale in cui hanno luogo.

L'Edizione 2020 in 90 secondi...

San Vito Lo Capo e il Cinema

San Vito Lo Capo è il punto d’arrivo ideale per il Festival del Cinema Italiano, che qui trova un fortissimo, storico legame con le produzioni cinematografiche, iniziate già alla fine degli anni ’50, a partire da "Vento del Sud", diretto da Enzo Provenzale, in cui muove i primi passi nel mondo della celluloide di una giovanissima Claudia Cardinale

E nel 1990 Giuseppe Tornatore, uno dei più acclamati registi italiani, ha girato le prime scene di "Stanno tutti bene", con Marcello Mastroianni, nella piccola spiaggia di Macari dove già sei anni prima Sandro Bolchi dirigeva una bellissima Lea Massari in "La Vigna di Uve Nere". 
Anche registi, attori e attrici di fama internazionale hanno fatto conoscere e apprezzare San Vito Lo Capo nel mondo per le sue scenografie naturali, sfondo incomparabile delle loro opere, come Michael Cimino in "The Sicilian", biografia romanzata di Salvatore Giuliano o il premiatissimo “Nuovomondo” di Emanuele Crialese con Charlotte Gainsbourg, fino a “Maria Maddalena” con Joaquin Phoenix e Rooney Mara e “My Name is Tanino”, una delle prime opere di Paolo Virzì.

Naturalmente, anche il piccolo schermo ha trovato location ideali e ottimi spunti per i suoi film e le sue serie, trasformando un luogo simbolico come “la Tonnara” del paese prima in una caserma militare in "Cefalonia", con Luca Zingaretti e poi in un covo di trafficanti ne "Il Giro di Boa" episodio de "Il Commissario Montalbano".
A&D Comunicazione Srls - Via Parigi 11, 00185 Roma. 
PIVA/CF: 15760941003  - REA: RM - 1612199
Copyright ©2021 | tutti i diritti riservati